Nuovi rischi aziendali: i cyber attacchi

Fino a qualche anno fa il maggior rischio per le imprese era rappresentato dall’interruzione dell’attività. In tempi più recenti, stando ad una ricerca di ultima pubblicazione di Allianz (Allianz Risk Barometer), ad insidiare questo primato vi sono i rischi informatici, nella specie i cyber attacchi.

Rimane il celebre esempio di “Wannacry”, il malware (software dannoso) che nel maggio 2017 ha mandato in tilt più di centomila sistemi informatici di tutto il mondo, compresi quelli di molte aziende e di decine di ospedali, dando luogo ad uno dei maggiori contagi informatici mai avvenuti.

Ad avviso di Chris Fischer Hirs, CEO di Allianz Corporate & Specialty, gli incidenti informatici sono una delle maggiori cause di interruzione per le aziende collegate in rete, e ciò senza considerare l’ulteriore, ed ingente, danno reputazionale che un malware può determinare. A titolo esemplificativo si pensi al recente attacco ad una delle maggior Banche italiane (Unicredit), che nel luglio scorso finì nel mirino dei cyber criminali.

Nonostante i fatti di cronaca e i continui allarmi, si continua a sottovalutare l’importanza della sicurezza informatica. Secondo il Rapporto Italia Eurispes 2017 soltanto il 19% delle aziende, meno di una su cinque, “ha maturato una visione di lungo periodo sulla sicurezza, piani concreti con approcci tecnologici e ruoli organizzativi definiti”, e gli attacchi informatici costano circa 9 miliardi di euro l’anno solo in Italia

Pertanto, oltre ai tradizionali rischi, le imprese italiane dovranno investire sempre più pesantemente nella protezione dai cyber risk. Sul fronte investimento rimane quindi valido ciò che più volte ho citato nei miei post precedenti, ovvero che nell’ambito di una buona diversificazione è assolutamente consigliato inserire una quota a lungo termine su un fondo che investa in tema sicurezza; alla luce di quanto sopra chiarito, ciò vale soprattutto per le aziende, maggiormente esposte al pericolo di attacchi informatici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *