Perché negli investimenti bisogna alzare lo sguardo?

In considerazione del fatto che lo Stato sta gradualmente riducendo il Welfare pubblico, una qualsiasi famiglia deve risparmiare ed analizzare “alzando lo sguardo” su quali possono essere le esigenze personali e comuni nel tempo. Alzare lo sguardo significa non ragionare a breve termine ma cominciare a considerare che le proprie esigenze di vita saranno molteplici, e per poterle soddisfare occorre iniziare a risparmiare, magari mediante PAC, e ragionare per obbiettivi.

Un altro elemento che dovrebbe indurre al risparmio è l’inflazione: basti pensare che per poter eguagliare un potere d’acquisto di 100.000 euro nel 1998, sono oggi necessari circa 136.000 euro. Il livello dei prezzi tende sempre più a salire, e contemporaneamente si riduce la quantità di beni e servizi acquistabili con una determinata somma. Il denaro tenuto da parte risulta infatti penalizzato dall’effetto dell’inflazione, ciò perché offre un rendimento pari pressoché allo zero, a tutto discapito del potere di acquisto personale.

Ma alzare lo sguardo significa anche prendere in considerazione gli imprevisti che potrebbero minare la programmazione per il raggiungimento degli obbiettivi che ci si è prefissati. Per evitare di ritrovarsi senza risorse da parte è necessaria ancora una volta una buona programmazione assicurativa, fondamentale per ammortizzare eventuali incidenti di percorso ed evitare di disinvestire in momenti inadeguati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *