Ramo 1: una polizza per dare maggiore stabilità al proprio portafogli

In una fase di fine ciclo e di aumento della volatilità come quella attuale, diventa importante dare maggiore stabilità ai portafogli e, proprio in quest’ottica, una polizza di Ramo 1 potrebbe essere la soluzione più adeguata. Ma di cosa stiamo parlando?

Le polizze di ramo 1 sono degli investimenti garantiti dalle compagnie di assicurazione, in quanto tali insensibili al mercato, che risultano invero sempre più rare nel mercato attuale, per lo più a causa di tassi d’interesse negativi, quando invece solo fino a pochi anni fa rappresentavano la parte preponderante della raccolta delle compagnie. Questi investimenti, oltre a garantire il capitale, garantiscono i classici vantaggi fiscali dell’assicurativo, quali l’impignorabilità, l’insequestrabilità e la sottrazione del capitale dall’asse ereditario, circostanza quest’ultima di non poco conto, soprattutto per chi ha figli minori o è molto anziano.

Ma sono tutte uguali le gestioni separate, è sufficiente trovare una qualsiasi compagnia di assicurazione? La risposta è di segno negativo: se il soggetto che ci deve garantire il capitale è una compagnia di assicurazione, le valutazioni da fare saranno relative alla solvibilità della compagnia, ciò in quanto è diverso essere garantiti da una società Rating AA, ossia definibile Alta qualità (titolo poco sensibile alle circostanze avverse) o una società BB+, di una qualità discutibile (titolo dalla solidità incerta, molto sensibile alle circostanze avverse).

Credo in ogni caso che il mercato del Ramo 1 sia molto interessante, tanto da rappresentare un’ottima soluzione, in questa fase di fine ciclo, per stabilizzare in maniera notevole il ns. portafoglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *