I megatrend: speranze e prospettive nella terapia genica

Il 2017 è considerato l’anno della scoperta della terapia genica, tanto da portare gli esperti a ritenere che forme aggressive di cancro, AIDS e altre malattie potrebbero essere curate in futuro; certamente si tratta di una grande notizia per i malati, ma anche per gli investitori.

Per comprendere la tematica occorre premettere che gli esseri umani hanno bisogno di proteine per il funzionamento dei processi metabolici e per il mantenimento della struttura corporea, tanto che una carenza o un errore di produzione potrebbe portare a gravi malattie. L’obbiettivo della terapia genica è quello di garantire una corretta formazione delle proteine: trattasi di una tecnologia medica nella quale il DNA è direttamente utilizzato come sostanza farmaceutica. I geni infatti, impiegati per produrre con tecniche biotecnologiche proteine pure da utilizzare come biofarmaceutici (insulina, fattori di coagulazione del sangue ecc.), vengono inseriti nel corpo allo scopo di prevenire, trattare o curare una malattia.

I metodi utilizzabili possono essere di vario tipo (biologici, chimici o fisici), ma la moderna terapia genica si avvale essenzialmente del metodo biologico: vengono utilizzati come vettori dei veri e propri virus, costruiti in modo tale da replicarsi solo nelle cellule manipolate geneticamente, che portano nuove istruzioni per la costruzione delle stesse. Una vera rivoluzione per l’intero settore sanitario.

Ovviamente siamo ancora in una fase embrionale e diversi sono gli aspetti che devono essere analizzati e studiati, soprattutto al fine di evidenziarne i limiti applicativi, ma una cosa è certa: questo settore rappresenta un megatrend molto interessante dove poter investire in ottica di medio lungo termine, magari tramite un PAC.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *