Una nuova luce sul risparmio, un’occasione di investimento

Secondo l’ultima indagine dell’Anasf (Associazione nazionale consulenti finanziari) il 71% degli intervistati dovrebbe essere avviato a un percorso di educazione finanziaria.

Questo dato mostra chiaramente che ci troviamo in una situazione estremamente difficile, una situazione ove risulta in particolare complessa l’analisi della propria situazione patrimoniale, ed è proprio tale complessità che rischia di dare luogo ad errori estremamente gravi, per sé e per la propria famiglia.

Il problema è dato dal fatto che il più delle volte si risparmia per il “non si sa mai”, ovverosia non si guarda al risparmio come una forma di investimento, il che rende molto difficile una buona pianificazione finanziaria, e conseguentemente la realizzazione di veri guadagni.

Per esempio, quando si approccia un Pac bisognerebbe in primo luogo scegliere il tema che in una prospettiva di 15/20 anni crescerà di più (intelligenza artificiale, robotica, energie alternative), e successivamente occorre definire una cifra sostenibile, sì da far crescere di conseguenza il proprio investimento.

Se si ragiona in quest’ottica non accantono 200 euro tanto per risparmiare, ma accantono quella somma per sfruttare al meglio i nuovi trend di sviluppo a livello mondiale, nonché per ottenere i migliori risultati nel medio lungo termine.

In mercati sempre più dinamici è del resto fondamentale ragionare nell’ottica di medio lungo termine e con la mentalità dell’attento investitore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *