Qualche pillola sulle regole di base per essere dei buoni investitori: la volatilità

Abbiamo già parlato di volatilità come un concetto che denota un periodo di turbolenza dei prezzi, o più nello specifico come un periodo di grandi variazioni in tempi piuttosto ridotti, vediamo altri dettagli di questo elemento.

Ebbene, la volatilità è una costante negli investimenti a lungo termine; di tanto in tanto sui mercati azionari si presenta inevitabilmente una certa volatilità, e ciò perché gli investitori reagiscono bruscamente
ai cambiamenti del contesto economico, politico e aziendale. Sono soprattutto i mercati finanziari a non amare l’incertezza, tanto da reagire spesso in modo eccessivo agli eventi che pregiudicano le prospettive a breve termine.

Partendo dal presupposto che risulta assai difficile anticipare sistematicamente i trend di breve periodo e prevedere quali saranno gli eventi economici futuri, il lavoro di un buon asset manager dovrebbe essere quello di costruire un’allocazione “All Weather”, ossia il più possibile adatta a tutti gli scenari. Un buon investitore, infatti, deve essere in grado di fare un passo avanti e mantenere una mentalità aperta: quando si è preparati fin dal principio a episodi di volatilità, minori sono le probabilità di farsi sorprendere quando questi si verificano e, conseguentemente sarà possibile reagire in modo più razionale.

Per raggiungere questo obiettivo, maturando al contempo una prospettiva di investimento a più lungo termine che accetti la volatilità di breve periodo, gli investitori dovrebbero iniziare ad avere una visione più razionale degli investimenti. L’errore più grave e più comune che i trader commettono ogni giorno, spesso senza averne piena consapevolezza, è infatti legato all’investire emotivamente, e per poter combattere positivamente l’emotività occorre cercare di trasformare l’investimento da “scommessa” a “business”, modificando il proprio atteggiamento per renderlo più distaccato e professionale, disilluso e pragmatico.

È un esercizio che permette di rimanere concentrati sugli obiettivi di investimento a lungo termine, ma consente altresì di sfruttare i prezzi più bassi invece che frenare le perdite attraverso una vendita affrettata e realizzata a prezzi più bassi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *