Qualche pillola sulle regole di base per essere dei buoni investitori: rischio azionario

Una delle cose più importanti da scegliere quando si decide di investire è la durata dell’investimento. Poter investire sul lungo periodo – cinque anni o più – permette di affrontare rischi rilevanti – con maggiori potenzialità di rendimento – e di utilizzare l’intero panorama degli strumenti finanziari, comprese le azioni a “crescita aggressiva”. Una buona strategia di lungo periodo è senza dubbio meno onerosa di una strategia di breve termine impostata sulla speculazione e sulle fluttuazioni di mercato al rialzo e al ribasso. Diversi orizzonti temporali vogliono inoltre dire diverse strategie di investimento, diversi approcci e diverse tecniche, e nel lungo termine, il rischio azionario viene solitamente premiato.

L’acquisto di azioni è rischioso, nel senso che l’investimento ha un esito incerto: non si conosce in che modo i prezzi delle azioni si muoveranno nel tempo. Il rischio, tuttavia, è duplice, in quanto le cose potrebbero risultare peggiori del previsto, ma potrebbero anche rivelarsi migliori. Gli investitori azionari sono, in genere, ricompensati per il rischio aggiuntivo che devono affrontare con rendimenti medi più elevati nel lungo termine, rispetto ad esempio agli investitori in obbligazioni sovrane.

Un recente studio di Morgan Stanley, frutto di una mia ricerca effettuata dal 1998 al 2017 sull’indice globale MSCI World in euro, ha tuttavia precisato che le azioni sono realmente il miglior investimento a lungo termine che si possa fare, a condizione di abbandonare subito l’idea di comprare singoli titoli, occorre cioè investire in tutto il mondo per poi attendere almeno 15 anni.

È, inoltre, importante ricordare che il rischio non equivale a volatilità: i prezzi degli asset si discostano in modo regolare dal loro valore intrinseco in quanto il valore del mercato aumenta o diminuisce, e gli investitori possono attendersi che questa fluttuazione crei opportunità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *