Settori di investimento di maggiore interesse, attenzione ai megatrend!

Ho già parlato in passato dei c.d. Megatrend come delle forze dirompenti in grado di determinare cambiamenti strutturali nell’economia globale, guidare l’innovazione, ridefinire le priorità delle società e i modelli di business.

Oggi più che mai, un numero sempre crescente di investitori si chiede come trarre vantaggio dai megatrend, e come riconoscerli. Attualmente, sembrano essere quattro i megatrend che influenzano significativamente il presente e il futuro: cambiamento demografico, urbanizzazione, scarsità delle risorse e progresso tecnologico sotto forma di digitalizzazione e intelligenza artificiale.
Ad esempio, l’allungamento dell’aspettativa di vita media e gli stili di vita moderni trasformeranno il settore sanitario e le abitudini dei consumatori; si stima un incremento del 45% della popolazione mondiale over 60 da qui al 2030.

E ancora, la migrazione di massa verso le città renderà necessaria l’adozione di nuovi modelli di business e investimenti nelle infrastrutture: nel 2050 2/3 della popolazione mondiale risiederanno in una città, il doppio rispetto al 1950.

E infine, la domanda di un futuro più green e più pulito sosterrà il progresso in ambito energetico e la salvaguardia dell’ambiente, nel prossimo futuro il solare e l’eolico rappresenteranno il 50% della produzione di energia globale rispetto ad appena il 7% nel 2015.

Va però precisato che i megatrend sono troppo astratti, troppo ampi e troppo di lungo termine per potervi investire efficacemente. Prendiamo ad esempio l’urbanizzazione, questa va declinata in temi di investimento tramite un processo di attenta analisi, in modo da concentrarsi su dei sottotrend – quali le smart city – di più breve termine e che coinvolgano una gamma di applicazioni che siano investibili da parte di un gestore attivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *