Sostenibilità e cambiamento climatico tornano ad essere prioritari per l’America?

Nei giorni scorsi abbiamo assistito alle elezioni americane, un evento di importanza mondiale. Che cosa rappresenta la vittoria di Biden per l’America in termini di sostenibilità e quali sono gli impegni annunciati dal neo-presidente eletto?

Il cambiamento climatico e gli accordi di Parigi sul clima potrebbero tornare ad essere una priorità per l’America. Città, stati e imprese statunitensi negli ultimi quattro anni hanno continuato a impegnarsi per compiere progressi nell’affrontare il cambiamento climatico, nonostante la mancanza di una guida attenta al green. Dal 2017 infatti, l’amministrazione repubblicana di Donald Trump ha annullato e modificato regole e leggi federali in tema di ecosistemi e biodiversità. Con Biden si potrebbe assistere a un vero e proprio cambio di rotta.

Durante la campagna elettorale, il neo-presidente ha presentato un piano da 2000 miliardi di dollari per rendere gli Stati Uniti un paese a emissioni zero entro il 2050, affidandosi solo a fonti rinnovabili e rallentando così il surriscaldamento globale. Un piano ambizioso, che comporterebbe una radicale modifica nel modo di produrre energia che ora negli Stati Uniti dipende per l’80% da petrolio, gas e altri idrocarburi e che forse è servito a ottenere consensi durante la campagna elettorale. Un progetto che dovrà essere negoziato ma che secondo gli esperti potrebbe tracciare una nuova rotta accelerando la transizione energetica e ripristinando norme e regolamenti a tutela di salute pubblica e ambiente.

L’America, con il ritorno all’interno dell’Accordo di Parigi, potrebbe contribuire al rilancio internazionale dell’eco-diplomazia, attraverso l’adozione di politiche più aggressive sul versante climatico, delle energie rinnovabili, dell’efficienza energetica e della mobilità elettrica. Bisognerà trovare un compromesso con Il Congresso e la strada che Biden sceglierà di seguire è tutta in divenire e dipende da molti fattori. Non ci resta che stare a vedere quali saranno le sue mosse successive.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *