Gestione del patrimonio: come affrontare imprevisti e difficoltà

Tutelare il patrimonio famigliare e delle imprese è fondamentale per non trovarsi impreparati di fronte agli imprevisti e alla difficoltà, che mai come nell’anno appena passato ci hanno travolto influenzando enormemente il settore finanziario.

L’Art.2043 del codice civile stabilisce che “Qualunque fatto doloso o colposo che cagiona ad altrui un danno ingiusto obbliga colui che ha commesso il fatto a risarcire il danno”. L’art. 2043 evidenzia una regola che vale per tutti indistintamente dalla propria attività o condizione sociale.

Evidentemente tale principio mette in serio pericolo il patrimonio delle famiglie e delle imprese se non adeguatamente tutelato, soprattutto se il danno cagionato è un danno fisico. In sostanza abbiamo 2 soluzioni a fronte di questa norma di responsabilità extra-contrattuale (cioè che non deriva da un contratto):

1.Auto- assicurarci, ossia decidere di non assicurarci e nel caso di responsabilità extra contrattuale rispondere utilizzando il nostro patrimonio.

Ovviamente in caso di danno materiale il nostro patrimonio potrebbe bastare, ma se il danno fosse fisico la stabilità e la serenità del nostro patrimonio potrebbe pesantemente essere messa in discussione;

2.Decidere di assicurarci tramite una polizza di Responsabilità civile (pochi euro annui) che si sostituirebbe nella tutela del nostro patrimonio in caso di responsabilità extracontrattuale.

Nella soluzione 1 avremmo poche possibilità di imbastire una pianificazione finanziaria in quanto dovremmo limitarci ad utilizzare strumenti molto liquidi e facilmente smobilizzabili in caso di necessità;

Nella soluzione 2 libereremmo capitale (a patto che gli altri rischi siano coperti) per poter programmare una strategia di investimento a medio lungo termine.

Insomma, il 2020 ci ha insegnato che alcune volte possono accadere avvenimenti che non crediamo possibili e quindi non possiamo e non dobbiamo farci cogliere impreparati dagli imprevisti soprattutto per tutelare il nostro patrimonio e tutte le persone ne sono legate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *