Perché il ribilanciamento del portafoglio è fondamentale?

Nelle sue evoluzioni positive o negative, una cosa è certa: il mercato è sempre più rapido. Per questo è importante non lasciarsi cogliere impreparati dalle sue oscillazioni. Il ribilanciamento del portafoglio e altre strategie più direzionali sono gli strumenti più efficaci per far fronte ai diversi scenari.

È una fase particolarmente difficile da interpretare in relazione alle strategie di carattere obbligazionario, soprattutto per quanto attiene l’andamento dei tassi di interesse.

Ci si può proteggere da questa situazione particolarmente difficile?
Come di consueto, una buona diversificazione tra azioni e obbligazioni (asset normalmente decorrelati), ma anche un gestore capace di continui ribilanciamenti del portafoglio in base alle diverse fasi di mercato sono degli strumenti indispensabili per proteggere il proprio patrimonio e investire. In parole ancora più semplici: comprare basso e vendere alto, mantenendo originale la composizione del portafoglio rischio/rendimento.
I gestori presenti sul mercato sono molti, ma solo alcuni riescono in maniera efficace ad effettuare un ribilanciamento dei portafogli capace di cogliere le migliori opportunità rischio/rendimento.

Insomma, il mercato è sempre più rapido nelle sue evoluzioni positive o negative.
Per tale ragione è importante definire all’interno della propria asset allocation delle strategie capaci di generare alpha grazie al ribilanciamento all’occorrenza del portafoglio, affiancate alle altre strategie più direzionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *