Verso il 2030: come intercettare gli investimenti migliori per la crescita sostenibile

Facciamo il punto rispetto al posizionamento suggerito in corso d’anno, in particolare rispetto agli investimenti in megatrend.

I principali gestori rimangono saldamente posizionati sui megatrend che caratterizzeranno la nuova normalità.
In questa fase, i settori prediletti sono la digital economy, Life Science/Healthcare, Industry 4.0 e tutti quelli legati alla sostenibilità.

Si rimane comunque costruttivi e flessibili su altri temi, come l’educazione e il food, oltre che su tutti quelli collaterali alla Disruptive.
Tutto questo, alla luce anche del Pnrr (Piano nazionale di ripresa e resilienza), rappresenta una vera opportunità non solo per chi ha cominciato ad investire sui minimi del 2020, ma anche per chi deciderà di investirci nei prossimi anni.

Gli effetti di questi piani di Sviluppo si potranno vedere solo nel lungo termine e sicuramente il percorso è ricco di ostacoli. In particolar modo, bisognerà capire come rendere permanente il tasso di crescita per rendere possibile la sostenibilità del debito pubblico.

Le missioni del piano sono sei, ed in particolare:

• Digitalizzazione, Innovazione, Competitività e Cultura: promuovere e sostenere la trasformazione digitale e l’innovazione del sistema produttivo del paese (50 miliardi);
• Rivoluzione Verde e Transizione Ecologica: transizione energetica, economia circolare, mobilità sostenibile (70 miliardi);
• Infrastrutture: investimenti finalizzati a una rete di infrastrutture moderne, digitali, sostenibili e interconnesse (31 miliardi);
• Istruzione e Ricerca: i progetti proposti mirano a rafforzare il sistema educativo lungo tutto il percorso dell’istruzione e favorire la sua integrazione nel sistema produttivo;
• Lavoro, Formazione e inclusione sociale: missione che mira a investire su formazione e riqualificazione dei lavoratori;
• Salute: rafforzare la prevenzione e i servizi sanitari sul territorio.

Insomma, sia a livello globale che a livello europeo si lavora nell’ottica del raggiungimento degli obiettivi dell’Agenda 2030.
Per tale ragione, rimane fondamentale essere sempre investiti durante i prossimi anni, soprattutto nei temi che meglio intercetteranno questa crescita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *