Inflazione negli Stati Uniti: possibili scenari ed evoluzioni

Tra i rischi e le incertezze conseguenti alla pandemia, soprattutto per quanto riguarda l’occupazione, resta fondamentale non farsi cogliere impreparati attraverso un efficace ribilanciamento del portafoglio, affiancato alle altre strategie più direzionali.

Se l’inflazione si mantenesse persistentemente alta prima che il mercato del lavoro torni ai livelli pre-pandemia, la Fed probabilmente rivedrebbe la sua stima di massima occupazione e alzerebbe i tassi.
Per il Presidente Powell, l’occupazione resta a un livello ben inferiore a quello pre-pandemico.
Tuttavia, l’FOMC (Federal Open Market Committee) non ha mai stabilito un valore numerico ufficiale come obiettivo per l’occupazione, perché la massima occupazione non è direttamente misurabile e varia nel tempo in ragione di fattori non monetari, tra cui i mutamenti demografici, l’istruzione della forza lavoro, frizioni sul mercato del lavoro e i cambiamenti tecnologici.

Vi è grande incertezza riguardo all’entità degli effetti della pandemia sulla massima occupazione, che, ad esempio, potrebbe essere scesa per l’aumento del tasso di pensionamento correlato alla pandemia o di quello di invalidità di lungo termine dovuto ai sintomi duraturi del COVID.

D’altro canto, i provvedimenti del governo federale tesi ad accrescere l’occupazione, e in particolare quella femminile, potrebbero col tempo migliorare la partecipazione al mercato del lavoro della popolazione in giovane età lavorativa.
Risulta dunque una fase particolarmente difficile da interpretare, soprattutto per quanto attiene l’andamento dei tassi di interesse.

Come di consueto, resta fondamentale una buona diversificazione tra azioni e obbligazione (asset normalmente decorrelati) ma anche un gestore capace di continui ribilanciamenti del portafoglio in base alle diverse fasi di mercato. Insomma: comprare basso e vendere alto mantenendo originale composizione del portafoglio rischio/rendimento.
I gestori presenti sul mercato sono molti, ma solo alcuni riescono in maniera efficace ad effettuare un ribilanciamento dei portafogli capace di cogliere le migliori opportunità rischio/rendimento.

Il mercato è sempre più rapido nelle sue evoluzioni positive o negative e per tale ragione è importante definire all’interno della propria asset allocation delle strategie capaci di generare alpha grazie al ribilanciamento del portafoglio, affiancate alle altre strategie più direzionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *