Pianificazione pensionistica: prima iniziate, meglio è!

Ancora troppa poca informazione sulla pianificazione pensionistica, la quale prevede molti vantaggi concreti, anche dal punto di vista fiscale.

Ci stiamo avviando verso l’ultima parte dell’anno e rimane fondamentale fare un paio di considerazioni in merito a quanto sta succedendo a proposito dell’inflazione. La fiammata inflazionistica rende sempre meno conveniente lasciare sul conto corrente i propri risparmi non effettuando alcuna pianificazione.
In particolare, ritengo opportuno sottolineare l’opportunità fiscale legata ai fondi pensione; esiste infatti la possibilità di dedurre dal proprio reddito personale fino a 5.164 euro annui.
Una vera opportunità per chi ha già un fondo pensione, ma anche per chi potrebbe sottoscrivere un nuovo fondo per cominciare a pianificare il proprio progetto pensionistico.

I dati parlano chiaro: un venticinquenne che comincia oggi a lavorare con un reddito medio di 1.400 euro, avrà una pensione a 72 anni pari a circa 840 euro.
La pensione è sempre più dilatata nel tempo e sempre più ridotta! Per tale ragione, è fondamentale iniziare il prima possibile il proprio progetto pensionistico e pianificare un’integrazione adeguata.

I vantaggi fiscali dei fondi pensione non si limitano alla deducibilità fiscale del versamento aggiuntivo, ma sono importanti anche per chi decide di destinare soltanto il proprio Tfr.
Insomma, il legislatore ha voluto agevolare in tutti i modi i versamenti effettuati su questo strumento fondamentale anche dal punto di vista sociale.
Purtroppo, in Italia, ancora troppa gente lascia i soldi del proprio Tfr in azienda rinunciando ai vantaggi fiscali, non pianificando la propria pensione e creando così nel medio lungo termine un problema di sostenibilità della propria “azienda famiglia”.
La pianificazione pensionistica è fondamentale all’interno della propria pianificazione personale e del proprio progetto di vita.
Vi invito ad iniziare a ragionarci e non perdere i vantaggi fiscali e i benefici dell’interesse composto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *