L’evoluzione della realtà familiare

Oggi esistono più realtà familiari, ognuna con esigenze e necessità diverse: ecco perché rimane fondamentale elaborare una pianificazione patrimoniale su misura, per garantire un futuro (e un presente) sereno a qualunque tipo di famiglia.

Le famiglie attuali non sono più come quelle di una volta.
Una volta esisteva solo la famiglia patriarcale, mentre oggi abbiamo numerosi modelli familiari. Allo stesso tempo, sono entrate in vigore nuove leggi e sono state apportate delle variazioni importanti all’ordinamento giuridico del nostro Paese.
Anche se devono essere fatti ancora passi avanti, è sicuramente cambiato il ruolo della figura femminile che ha cominciato ad emanciparsi poco alla volta e, di pari passo, la figura maschile è andata ridimensionandosi.
Un passaggio davvero cruciale è rappresentato dall’entrata in vigore della legge sul divorzio negli anni ’70 che ha determinato la possibilità che una famiglia possa sciogliersi.

Un’altra importante riforma è quella del diritto di famiglia tramite la legge 151/1975, con cui fu introdotta la parità tra i coniugi, i figli legittimi sono considerati uguali ai figli naturali, fu abolita la dote e si introdusse il regime di comunione dei beni.
Arriviamo infine ai giorni nostri con la legge “Cirinnà”, legge 176/2016, che ha riconosciuto nuove realtà familiari; in questo senso, va segnalata una specifica disciplina per le coppie conviventi che sono attualmente in forte crescita.
Oggi, quasi il 40% dei matrimoni termina con la separazione e nella maggior parte dei casi ci sono di mezzo figli minori. Sono tutti aspetti da prendere in considerazione per capire come tutelare il patrimonio familiare e come pianificare un futuro sereno per i familiari.

Ogni famiglia ha delle specifiche caratteristiche giuridiche, fiscali e comportamentali e di conseguenza diverse criticità: l’elemento che però è sempre al centro di una corretta pianificazione è il patrimonio.
Inoltre, per ogni realtà familiare, esistono diverse esigenze e necessità che vanno prese in considerazione nell’ambito della pianificazione patrimoniale: possiamo distinguere esigenze dichiarate ed esigenze non dichiarate e spesso non percepite dai clienti.
Scegliere di affidarsi a un consulente patrimoniale, che ci sappia guidare nelle varie decisioni da prendere, diventa quindi un passo importante verso la protezione della famiglia e una pianificazione di un futuro sereno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *