Prospettive successive alle elezioni di metà mandato

Altro spunto di riflessione maturato in queste ultime settimane: l’America è giunta alla fine del ciclo economico di crescita?

Certamente no, gli Stati Uniti, stando alle ultime rilevazioni, crescono del 3,5%, mantenendo l’inflazione sotto controllo e senza dare segnali di crollo dell’economia interna. Senza dubbio la crescita mondiale ha subito quest’anno un rallentamento non indifferente, ma comunque progredisce, e questo ci rassicura per il prossimo futuro.

La volatilità di questi giorni è infatti dovuta principalmente all’approssimarsi delle elezioni di medio termine; ricordiamoci che è vero che i mercati non sono né di destra né di sinistra, ma è altresì vero che cercano delle risposte certe, e nei momenti incerti si crea volatilità.

Adottando un approccio positivo va però segnalato che questo momento di volatilità ha creato anche buone opportunità di acquisto, soprattutto in settori che avevano tirato molto in precedenza (nuove tecnologie, robotica, intelligenza artificiale, ecc.).

Non posso nascondere che le fasi di volatilità siano destinate ad essere sempre più frequenti e violente, ma è proprio in queste fasi che si colgono le migliori opportunità di guadagno. Ritengo quindi che la ricetta migliore sia come sempre la pianificazione per obiettivi di breve medio e lungo termine, unitamente all’acquisto di pac, per evitare di essere spinti dall’emotività, cercando nel contempo di rinforzare il rapporto con il vostro consulente finanziario.

Ricordate peraltro che l’anno successivo alle elezioni di medio termine nell’85% percento dei casi è stato molto positivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *