La situazione economica attuale chiuderà un ciclo?

L’attuale situazione del mercato è caratterizzata da una crescita economica moderata, un’inflazione contenuta e da politiche delle Banche centrali accomodanti.

Se questo è lo scenario, cosa dobbiamo aspettarci nell’immediato futuro? Siamo alla fine di un ciclo?

Il ciclo economico fluttua infatti tra periodi di espansione e di contrazione, e ciascuno di essi si distingue per determinate caratteristiche. Il picco di un ciclo segna un momento di massimo output, accompagnato abitualmente da squilibri che richiedono una correzione; dopo tale picco arriva quindi una contrazione, seguita da un minimo ciclo o recessione. È questo ciò che sta per paventarsi?

Personalmente ritengo che la cautela sia d’obbligo, atteso che la situazione complessiva del mercato è ancora lontana dalla fine del ciclo economico. I principali gestori credono invero che i recenti interventi delle Banche centrali potranno dare ulteriore linfa al mercato azionario, anche se tutte le problematiche che ruotano attorno al tema dei dazi sembra tutt’altro che risolte, tanto che si prospetta una ormai evidente situazione di rallentamento generale dell’economia.

In un contesto di tale natura, penso che sia quindi fondamentale un incontro con il vs consulente finanziario, sì da valutare se il vostro portafoglio risulti adeguatamente posizionato in relazione agli obbiettivi di medio lungo termine. Potrebbe in particolare essere opportuno inserire degli strumenti stabilizzatori, come ad esempio una gestione separata (Ramo I), in modo da consolidare una parte del portafoglio.

Restano comunque sempre validi, a latere, i consigli relativi ai PAC e alla diversificazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *